Pietro Mianiti ha studiato viola, composizione e direzione d'orchestra.
    Dopo un’intensa attività di strumentista in qualità di prima viola di importanti orchestre liriche e sinfoniche italiane, ha debuttato come direttore d’orchestra nel 1998 nell’opera in prima mondiale assoluta Il Filo di Michele Dall’Ongaro per la regia di Daniele Abbado presso il Teatro Rendano di Cosenza.
    Fondatore dell'Italian Piano Quartet, con il quale si è esibito al Festival dei Due Mondi di Spoleto, al Lygon Arts Festival di Melbourne, alla Carnegie Hall di New York, alla Kleine Musikhalle di Amburgo, alla Filarmonica di San Pietroburgo e alla Dixon Gallery di Memphis. 

    Dal 1999 al 2003 ha ricoperto, su invito di Luis Alva, il ruolo di Direttore Musicale dell'Associazione Prolirica del Perù, per la quale ha diretto al Teatro dell’Opera di Lima Turandot, Tosca, Falstaff, Il Barbiere di Siviglia, Aida, Rigoletto, la Messa da Gloria di Puccini, la Messa da Requiem di Verdi e IX Sinfonia di Beethoven.
    Nel 2004 ha ricoperto il ruolo di consulente artistico del Teatro Massimo di Palermo, dove nella stessa stagione ha diretto Carmen.
    Nello stesso anno inizia la collaborazione con i teatri del circuito regionale lombardo, esibendosi al Teatro Sociale di Como, al Teatro Fraschini di Pavia ,al Teatro Grande di Brescia, al Teatro Donizetti di Bergamo e al Teatro Ponchielli di Cremona ne L'elisir d'amore (2004), I Capuleti e i Montecchi (2005), Madama Butterfly (2007), Turandot (2008), La traviata (2010), Un ballo in maschera ( 2015 ) Ha debuttato nell’ambito della stagione del Teatro San Carlo di Napoli nel 2009 in una nuova creazione di Amedeo Amodio; per lo stesso Teatro ha diretto nell’anno successivo il concerto di Ute Lemper e, presso il Teatro Greco di Pompei, Tosca.
    Direttore dei Solisti Italiani nei concerti Euroradio al Quirinale, dal 2005 al 2011 è stato Direttore Musicale dell'Orchestra dell'Università di Roma Tre.
    Ospite di numerose stagioni sinfoniche italiane, ha diretto l'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino nel Concerto di inaugurazione delle celebrazioni per il 150° dell’Unità d’Italia al Teatro Carignano di Torino, l’Orchestra della Svizzera Italiana in numerosi concerti sinfonici e nella Traviata del 2012, l’Orchestra i Pomeriggi Musicali, la Borusan Orchestra di Istanbul, i Virtuosi Italiani all’Arena di Verona per la prima edizione dell’Oscar della lirica.
    Nel 2008 inizia la sua collaborazione con l’Accademia del Teatro alla Scala insegnando Esercitazioni orchestrali e Musica da camera nell'ambito del corso di perfezionamento per professori d'orchestra. Con il complesso Orchestrale ha sostenuto numerose tournée (Emirati Arabi, Russia ed Austria) e concerti con programmi sinfonici ed opere, tra le quali si cita Barbiere di Siviglia eseguito a Kaliningrad (Russia) nel settembre 2013 nello spettacolo di Damiano Michieletto, ed ha svolto ruolo di direttore assistente, tra gli altri, per Yuri Temirkanov e Fabio Luisi.
    Nel 2013 ha diretto Mefistofele al Teatro Regio di Parma. Nell’ottobre 2014 ha diretto Il matrimonio segreto all’Opernhaus di Zurigo e nel gennaio 2015 Falstaff presso la Royal Opera House di Muscat (Oman) con i complessi dell’Accademia Teatro alla Scala, nella produzione del Teatro Regio di Parma diretta da Stephen Medcalf, nel 2015 L’elisir d’Amore al Teatro alla Scala di Milano. Nel 2017 debutterà alla Hong Kong A.P.A. con “Suor Angelica e Gianni Schicchi"
    E’ attualmente titolare della cattedra di viola presso il Conservatorio "Giuseppe Verdi" di Milano.

    © AIM Roma - Accademia Internazionale Musicale di Roma